Erbaluce di Caluso d.o.c.g. "KIN"

KIN è un vino di grande struttura e longevità, affina per quattro lunghi anni, di cui tre in bottiglia e si esalta col passare del tempo grazie alla sua straordinaria freschezza e sapidità. È ottenuto interamente da uve Erbaluce coltivate a guyot sui sabbiosi terreni dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea, fiero baluardo dell’ultima era glaciale. KIN è uno scrigno olfattivo, da cui si sprigionano delicate sensazioni minerali e intense note di timo, rosmarino, erbe e fiori secchi di montagna. Ogni goccia di KIN contiene l’austera essenza del granitico animo del   Monte Bianco, del Monte Rosa, del Cervino, del Gran Paradiso per ricordarci come solo il vino possa essere il rappresentante più autentico di un territorio ed il suo miglior ambasciatore.

27,18

Descrizione

“Sognavo di produrre un Erbaluce diverso dal solito. Un bianco da invecchiamento. Un vino che sapesse esaltare le caratteristiche del territorio e racchiudesse l’essenza dell’anfiteatro morenico e la forza del ghiacciaio che lo aveva generato. Un vino da assaporare nel tempo e che sapesse sprigionare quei sentori granitici ereditati dalle vette alpine che ne avevano generato il terreno. Un vino dal forte imprinting territoriale, nel quale fosse racchiusa la storia delle sue genti, delle sue tradizioni, di un vitigno antico e che celebrasse gli sforzi di una vita di un vecchio vignaiolo: Domenico Tappero Merlo per tutti KIN. KIN era mio nonno. Un uomo semplice dai grandi ideali, dalla vita scandita dai tempi di vigna e cantina, perché nulla era più importante del suo vino, del suo Erbaluce. Era un artista. La vigna era la sua tela, l’Erbaluce il suo pennello, il sole, la pioggia, il terreno i suoi colori. Ogni anno ci presentava una nuova opera: l’ultimo suo vino. Ho ereditato da lui la passione per la vigna, la cura dei particolari, le pazienti osservazioni, cercando di interpretare al meglio la sua filosofia che si esprimeva con gesti semplici, di antica saggezza ed un profondo rispetto per la natura.”

Domenico Tappero Merlo

 

KIN si abbina bene con antipasti importanti ed in particolare con primi e secondi elaborati e strutturati. Tra i primi piati eccellono i risotti e le paste con pesci e frutti di mare, crespelle ed agnolotti di magro. Un abbinamento insolito ed eccellente è con la battuta di fassona, ideale nell’accompagnare i fritti di mare ed il tradizionale fritto misto alla piemontese. Secondi piatti di pesce in umido, al forno ed eccelle negli abbinamenti con le carni bianche in padellae al forno (pollo, tacchino, anatra, faraona ecc.) si esalta col coniglio alla ligure e con gli stufati in brododi verdure. A temperature di 18/20 gradi può ben accompagnare pasticceria secca e dolci lievemente zuccherati

Informazioni aggiuntive

Peso 1,3 kg
Produttore

Tappero Merlo

Luogo di Produzione

Anfiteatro Morenico di Ivrea, Piemonte, Italia

Contenuto Netto

750 ml

Terreno

Fortemente acido, Sabbioso, 350 m slm

Allevamento

guyot

Densità di Impianto

4500 ceppi/ha

Resa

40 ettolitri/ha

Affinamento

4 anni

Grado Alcolico

13% Vol.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Condividi questo articolo con gli amici
WhatsApp
Facebook
Twitter
Email

Per accedere a questo contenuto devi essere maggiorenne

Bunet icona divieto alcolici

Ai sensi della legge n.125 art. 14 III del 30 marzo 2001, circa il divieto di vendita di sostanze alcoliche ai minori,  dichiari sotto la tua responsabilità di aver raggiunto la maggiore età di 18 anni.